lunedì 1 luglio 2019

In trasferta...2019

Quest'anno la trasferta annuale montana e' stata nella zona del Tesino, a nord della Valsugana, non molto in alto come altitudine ( circa 800m slm ) ma in luoghi non troppo turistici e quindi abbastanza bui.

sabato 1 giugno 2019

10 regole d'oro semiserie per usare bene uno Schmidt Cassegrain

Nella mia vita di astrofilo, dal 1985 ad oggi ho posseduto ( pochi ) e utilizzato ( di piu' ) vari telescopi di diversi schemi ottici.

Un C8 a confronto con il
fratello maggiore C11
E' inutile iniziare diatribe su quale sia lo schema migliore: ognuno ha i propri pro e i propri contro, e tra i contro inserisco anche il prezzo, perche' nel campo amatoriale DEVE essere un parametro di scelta.
Non si parla di telescopi professionali, dove non si lesina nei materiali e nei componenti, ma di telescopi amatoriali, acquistati da privati che non ne hanno nessun ritorno economico.
Bene, il miglior telescopio amatoriale dovrebbe essere un rifrattore apo da 50cm di diametro, ma credo che avrebbe il costo di una Ferrari ( per non parlare della montatura per sostenerlo e dell'osservatorio che dovrebbe ospitarlo ).

sabato 4 maggio 2019

Astrocooler per SCT autocostruito

Cosa e' un astrocooler? E' un qualcosa che serve a far acclimatare i telescopi che hanno il tubo chiuso da una lastra frontale, ad esempio gli Schmidt Cassegrain o i Maksutov, soprattutto per quelli che non hanno delle feritoie ( es. Celestron HD ) o delle ventole per lo scambio termico.

Per il mio Celestron 11 ne avevo bisogno: i tempi per portarlo in equilibrio termico erano veramente biblici ( 3 ore ), e, anche se non e' uno strumento per osservazioni occasionali e al volo, dovevo per forza rimediare.